Domotica sì, domotica no: i vantaggi di una smart home

Domotica sì, domotica no: i vantaggi di una smart home

La domotica nel 2017 è stata protagonista di una forte crescita nel mercato italiano, così com’era stato previsto a inizio anno.

Le ragioni di questo boom sono da ricercarsi nella consapevolezza, che finalmente si sta radicando, che un impianto domotico non è più solo un optional di lusso, ma è un bene accessibile a tutti.

Architetti e costruttori sono a conoscenza che una casa intelligente dotata di un sistema domotico, non solo accresce il suo comfort, ma è un investimento che rappresenta solo una piccolissima percentuale del valore dell’immobile stesso.

I principali vantaggi della domotica

I vantaggi di una smart home sono di facile intuizione:

  • Confort
  • Risparmio energetico
  • Sicurezza
  • Controllo totale

Esaminando questi aspetti nello specifico:

  • Confort; entrare in casa e trovare sempre la temperatura ideale, creare degli scenari unici di luci e colori, diffondere negli ambienti la musica preferita.
  • Risparmio energetico; gestione carichi per evitare il distacco in caso di blackout, ottimizzazione dei consumi, rispetto per l’ambiente grazie alle ridottissime emissioni di Co2.
  • Sicurezza; allarme antintrusione, simulazione presenza, segnalazione perdite e infiltrazioni, videosorveglianza.
  • Controllo totale; grazie al telecomando, all’app, al touch screen o ai touch point, la casa diventa gestibile in maniera semplice, anche da remoto.

Questi sono solo alcuni degli aspetti più importanti di una casa intelligente.

L’integrazione di queste e di molte altre funzioni è il vero valore aggiunto di un sistema di automazione domestica.

Aspetto ancora più importante è il prezzo.

Ad esempio, per un appartamento di 100 mq è possibile realizzare un sistema domotico a meno di 5.000 € con queste caratteristiche:

  • Scenari configurabili
  • Punti luce
  • 4 dimmer per la regolazione della luminosità
  • 2 sensori di movimento
  • 8 Comandi Touch Point
  • Touch Screen
  • Automazione fino a 6 tapparelle
  • Gestione di 2 zone climatiche
  • Gestione luci
  • Controllo da locale e da remoto
  • Controllo attraverso smartphone, tablet e telcomando.

Il sistema domotico proposto è in grado di integrarsi con tutti i dispositivi elettronici già presenti nell’abitazione e, aspetto ancora più importante, è assolutamente integrabili con funzioni future.

Il consiglio che ci sentiamo di darvi è proprio questo: scegliete un impianto domotico “aperto”, cioé che vi garantisca l’integrazione di nuove funzionalità in un secondo momento senza la necessità di ulteriori opere murarie.

Per altre informazioni invece, date pure un’occhiata QUI.

Domotic One