Boom Domotica: + 35% nel 2017. L’Italia è sempre più smart.

Boom Domotica: + 35% nel 2017. L’Italia è sempre più smart.

Boom domotica nel 2017.

Il mercato della domotica infatti è cresciuto del 35% rispetto all’anno precedente.

Gli italiani si stanno sempre più affidando a impianti intelligenti in grado di gestire e controllare la propria abitazione o il proprio luogo di lavoro.

L’exploit del mercato dello smart home è stato rilevato dall’Osservatorio Internet Of Things della School of Management del Politecnico di Milano: il business infatti è passato dai 185 milioni del 2016 ai 250 milioni dell’anno scorso.

L’indagine condotta evidenzia anche come il mercato legato all’automazione domestica sia destinata sempre più a crescere anche in tutto il 2018.

Boom Domotica: i motivi

L’impianto di automazione domestica più richiesto è quello che comprende anche il sistema di sicurezza e quindi video sorveglianza, videocitofono, sensori di per porte e finestre, telecamere e serrature elettroniche che garantiscono un accesso rapido e allo stesso tempo più sicuro.

Al secondo posto dei motivi che spingono gli italiani ad avvicinarsi alla domotica troviamo la gestione dei carichi e il risparmio energetico. I cosiddetti elettrodomestici intelligenti infatti garantiscono un minor impatto ambientale e una sensibile diminuzione del costo in bolletta, ragion per cui sempre più case si stanno trasformando in abitazioni sensibili e intelligenti.

Tra le soluzioni atte alla gestione e al controllo del riscaldamento troviamo caldaie, termostati e lavatrici gestibili sia da locale che da remoto tramite app e dispositivi che consentono la lettura dei dati di consumo energetico.

Ultima, ma non meno importante come motivazione è rappresentata dagli incentivi fiscali che possono arrivare al 65%.

Boom domotica: le detrazioni fiscali fino al 65%

La legge di Bilancio approvata per il 2018 infatti ha prorogate le detrazioni fiscali fino al 31 dicembre e questo ha spinto parecchie famiglie ad adottare un sistema di automazione domestica.

L’investimento iniziale infatti è detraibile per i 10 anni successivi all’installazione consentendo di recuperare il 50% per un impianto domotico standard e fino al 65% se si installano anche i dispositivi che certificano una reale diminuzione dei consumi facendo così scattare l’ecobonus.

Per maggiori informazioni potete consultare QUI tutte le caratteristiche dell’impianto oppure contattarci per ricevere il nostro materiale informativo.